Blog

di Gabriella Coronelli





immagine categoria

Contenuti di valore per vincere il Panda

gli "eccelsi" non dipendono da Google

16/11/2011

Mentre molti produttori e circa il 45% dei Ristoranti erano chiusi per ferie, il 12 agosto, è arrivato in Italia GooglePanda.
Chi è costui? Il temutissimo algoritmo di Google che, dovrebbe, esaltare i contenuti di qualità.
Il nuovo algoritmo autoapprende ed è progettato per ridurre la presenza di siti di bassa qualità, siti che sono di scarso valore per l’utente o semplicemente poco utili, nei risultati di ricerca.
I progettisti hanno “insegnato”, all’algoritmo Panda a riconoscere le informazioni utili da quelle inutili.
Attribuisce un punteggio negativo al sito motivato da:

  • Pochi contenuti di valore
  • Produzione di tante notizie brevi
  • Pagine di contenuto scadente che non forniscono valore agli utenti
  • Pagine con tag che non sono curate e aggiornate (nel tempo inesistenti)
  • Testi riprodotti o copiati senza autorizzazione o senza citarne la fonte, come se fossero propri.
Così i siti vetrina, statici, privi di informazioni aggiornate costantemente, rischiano di finire, in poco tempo, esclusi dalle selezioni delle prime pagine.
L’universo “eccelsi”, produttori e ristoratori, a cui ci rivolgiamo, è composto prevalentemente, da piccole/micro imprese impossibilitate ad avere, al loro interno, una figura professionale in grado di lavorare quotidianamente sulla dinamicità del sito.
Google è un servizio generalistico che dice a milioni di persone cosa è importante e cosa guardare quando si fa una ricerca. Noi intendiamo rivolgerci ad un target molto specifico, sono i 4,5 milioni di foodies italiani e possiamo scegliere una strada specifica piuttosto che affidarci ad algoritmi segreti che si modificano indipendentemente dalle esigenze del target.
Per questo motivo abbiamo creato uno strumento che serve a:
  • Indicare una possibile direzione percorribile anche dalle piccole/micro imprese
  • Proporre qualcosa che sia assistito da tecnologie innovative
  • Mettere in discussione quanto finora dato per scontato
  • Seguire le tendenze osservate e rilevate anche in altri settori per modificare l’approccio: dall’accentramento alla condivisione, dalla segretezza di esperti distanti ad una partecipazione distribuita, aperta e collaborativa.
In pratica, GlamFood è la piattaforma web che consente di non dipendere da Google ma utilizza strumenti propri per far crescere un seguito di fans a cui offre contenuti e servizi di qualità così alta da fidelizzare e coinvolgere nel tempo gli utenti.
Questo risultato è ottenibile grazie alla partecipazione di produttori e ristoratori concentrati sul target con obiettivi sinergici, chiari e sostenibili.
Attraverso sistemi che premiano la fedeltà, generando crediti all’interno della rete utili a effettuare acquisti a condizioni cooperative, l’utente è stimolato a divenire soggetto, non solo oggetto, nel sistema.
Non aspettatevi, ora, di andare sul sito www.glamfood.it e trovare 2000 produttori, 2000 ristoranti, 500000 utenti, NO. Di GlamFood, in questo momento, vedrete la parte grafica e l’impostazione generale, stiamo implementando la struttura tecnologica di supporto ai dati che vengono inseriti a step.
Il portale è suddiviso in:
Sezioni database:
  • Il territorio
  • La ristorazione
  • La GlamSchool
  • I GlamFooddies.
Sezioni operative:
  • E-commerce b2b - per la ristorazione
  • E-commerce b2c – per il pubblico
Sezioni informative:
  • GlamBlog – funziona da newsradar, aggiornato fisicamente tutti i giorni con una selezione "manuale" delle storie più significative e formative
  • News –aggiornate in tempo reale da una redazione estesa coinvolgono tutti gli attori
Sezioni comunicative:
  • Newsletter settimanale rivolta ai 4 database
  • Newsletter a periodicità variabile destinata ai singoli database.
A caratterizzare il portare è anche l’applicazione di filtri a cascata che consentono di selezionare le informazioni presenti per scegliere e effettuare acquisti, comparando a diversi livelli (prezzo, qualità, località, tipologia, …).
GlamFood partecipa a fiere ed eventi a livello nazionale con l’obiettivo di presentare, in ogni occasione, un paniere di prodotti e chef attraverso degustazioni e promozioni per diffondere la cultura di un’alimentazione gustosa, sana e semplice e per favorire la partecipazione delle piccole imprese che sole non potrebbero permettersi la presenza sia per motivi economici che organizzativi.

LA TUA OPINIONE!
  Nome
  E-Mail
Sito web
Codice di verifica
    
Commento


piede